Una giornata all’insegna della leggerezza, con BRITA all’Aero Gravity di Pero

News
brita-aerogravity-maredisiciliaedintorni-leggerezza

Leggerezza, questo è il termine che scelgo per sintetizzare il mood della fantastica esperienza che ho vissuto insieme a BRITA ed a tanti amici blogger ed influencer qualche giorno fa all’Aero Gravity di Pero.

BRITA, da oltre 50 anni, è tra le aziende leader a livello mondiale nell’ottimizzazione dell’acqua potabile, ideatrice della caraffa filtrante per l’acqua ad uso domestico e innovatrice nei sistemi di filtrazione in ambito professionale, sviluppa, produce e commercializza una vasta gamma di soluzioni all’avanguardia per il trattamento dell’acqua.

La nostra giornata all’Aero Gravity, il tunnel verticale più grande del pianeta e l’unico presente in Italia, dove chiunque può simulare una caduta libera da un aereo a quota 4.500 metri, è cominciata con la presentazione di BRITA a cura di Lorenzo Sarvello Managing Director Italia, da cui abbiamo appreso tante informazioni, in alcuni casi davvero inquietanti, ad esempio che un litro di acqua filtrata BRITA genera 7 grammi di emissioni di CO2, a differenza di un litro di acqua in bottiglia, la cui impronta di carbonio equivale a circa 194 grammi.

E che una bottiglia di plastica viaggia per centinaia e migliaia di chilometri di distanza prima di approdare nelle nostre case ed ha di conseguenza un alto costo di trasporto e consuma fonti fossili che emettono CO2, ossidi di azoto e polveri sottili, incrementando l’effetto serra e innalzando i livelli di inquinamento dell’aria.

E che l’irrefrenabile aumento di anidride carbonica atmosferica, in larga misura generato dall’attività dell’uomo, si riflette negli oceani, provocando una progressiva acidificazione delle

acque con gravi effetti sulle catene alimentari, sul benessere e sulla conservazione degli habitat marini.

A questo processo si aggiungono i detriti plastici, che causano ogni anno la morte di più di un milione tra uccelli e mammiferi marini.

Negli ultimi cento anni i rifiuti prodotti dall’uomo sono notevolmente aumentati e la plastica ne costituisce oltre il 70%. L’inquinamento marino sta portando più di 1.300 specie all’estinzione: gli ultimi studi hanno evidenziato che nel 2050 il rapporto tra i rifiuti di plastica e i pesci sarà di 1 a 1.

Che dire, informazioni allarmanti, che spingono ad affermare, mai più senza BRITA.

Trascorso questo momento di approfondimento, è quindi arrivata l’ora di indossare le tute ed i caschetti e vivere quella che si rivelerà un’esperienza indimenticabile.

Premessa… a primo impatto, osservando la dimostrazione di volo dei bravissimi istruttori dell’Aero Gravity, un po’ di fifa si prova, come testimoniano la mia espressione e quelle di Francesca ( Vivere per Raccontarla ) e Marsia ( My Secret Room ).

Brita-Aerogravity-maredisiciliaedintorni-leggerezza

Trascorso però un primo momento di ansia, non appena si entra nel tunnel, insieme all’istruttore, posso cofermarvi senza timore di smentita, che si vive una delle esperienze più divertenti ed eccitanti che possiate immaginare, nella massima sicurezza proverete l’emozione di un volo libero, che vi regalerà tantissima adrenalina e una sensazione di leggerezza mai provata prima.

Cosa aggiungere ancora se non che, grazie a BRITA ed all’uso quotidiano delle sue brocche filtranti, a basso impatto ambientale, “leggerezza” farà rima con sostenibilità e salvaguardia del Pianeta.

 

 

 

 

 

ti potrebbe piacere anche

2 comments

  1. Marsia

    e’ sta una delle esperienze più adrenaliniche degli ultimi tempi! prossimo step paracadutismo?

    Rispondi
    1. Marco Musso

      Esperienza fantastica tesoro!!! Io ci sto !!! 😘

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *