Ottocentodieci ristorante, la cucina secondo Rigels Tepshi.

Eating out
ottocentodieci-maredisiciliaedintorni

E’ una storia di passione, entusiasmo e professionalità quella del Ristorante Ottocentodieci, a Sannazzaro de Burgondi, in piena Lomellina all’interno dell’Hotel Eridano (piano dehors).

La storia di due sorelle napoletane Annalisa e Veronica Magrì, che decidono di dedicare “anema e core” ad un progetto imprenditoriale che le vede protagoniste da tre anni a tanti chilometri di distanza da casa, 810 per l’appunto i km che separano Sannazzaro da Napoli.

ottocentodieci-maredisiciliaedintorni

 

Il loro “regno” è contraddistinto da un design moderno ma per nulla freddo, la sala è elegante, ma accogliente, guidata con sapiente maestria dal maître Benito Langella, solide esperienze in prestigiosi hotel e ristoranti di Milano come il raffinato Palazzo Parigi, attento a ogni dettaglio, accompagna con garbo e professionalità i clienti lungo il “viaggio culinario” che, chi sceglie Ottocentodieci, si appresta a compiere.

Ma è anche la storia di Rigels Tepshi, talentuosissimo chef di origini albanesi, che dopo numerose esperienze professionali di altissimo livello in ristoranti quali “Trussardi alla Scala” e “Seta” al Mandarin a Milano, nonché in prestigiose location in Liguria e Sicilia, decide di mettersi in gioco in un’avventura tanto affascinante quanto impegnativa.

 

ottocentodieci-maredisiciliaedintorni

La sua è una cucina di territorio ed evocativa (con evidenti influenze partenopee), precisa e sentimentale in cui gli ingredienti sono protagonisti rispettati e coccolati da una mano precisa e creativa.

I piatti sono tutti perfettamente bilanciati, caratterizzati da abbinamenti originali che però trasmettono il legame forte dello chef con la cucina classica.

Ma Rigels Tepshi, ha una qualità su tutte che lo rende un vero fuoriclasse dei fornelli, la passione, che trasmette in ogni suo piatto.

 

ottocentodieci-maredisiciliaedintorni

 

Il suo infatti, è un approccio appassionato e gentile, in cucina si respirano armonia e amore verso questa professione.

Sentimenti che conquistano chi, come me e le mie compagne di avventura Francesca Vivere per Raccontarla, Chiara  Con un viaggio nella testa, Cristina Good Food Lab ed Elena Cucinama, condivide una predilezione totale per il cibo di qualità.

ottocentodieci-maredisiciliaedintorni

 

Oltre ai piatti, tutti squisiti (indimenticabili i ravioli ripieni di zucca bertagnina con pompelmo rosa, pepe di Timut su brodo di salame d’oca di Mortara e l’antipasto di lumache con cavolo nero, cipolla e ribes) degno di nota il ricchissimo cestino del pane “home made”, una vera coccola per i commensali.

 

ottocentodieci-maredisiciliaedintorni

 

Ottocentodieci è una chicca da scoprire nel panorama della ristorazione italiana, un locale che è destinato a confermarsi come punto di riferimento per gli amanti della cucina di altissimo livello.
Ottocentodieci, ha inoltre una squisita appendice, 810 Bistrot & Pizza dove gustare una cucina moderna e di qualità e pizze gourmet realizzate con farine macinate a pietra, lunga lievitazione e cottura in forno a legna.

ti potrebbe piacere anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *