La mia aragosta alla catalana

Ricette secondi (pesce)
maredisiciliaedintorni-asticeallacatalana-fuudly-fishandeat

Non so voi, ma a me queste giornate di sole e di temperature miti, hanno fatto venire una gran voglia di primavera.

Per me primavera in cucina è sinonimo di piatti freschi e colorati, quindi quale miglior piatto per la mia rubrica Fish&Eat su Fuudly, se non l’aragosta alla catalana ?!?

E’ una ricetta che amo molto, un piatto gustoso ma allo stesso tempo leggero, molto profumato e di sicuro effetto con i vostri ospiti.

Pronti a cucinarlo?

 

Ingredienti per 2:

 

Due aragoste da 600g

300g di pomodorini (gialli, verdi e rossi)

1 cipolla

Maggiorana fresca q.b.

1 cucchiaio di granella di mandorle

1 limone

Olio d’oliva q.b.

1 cucchiaio di aceto bianco

Sale e pepe q.b.

Fiori eduli

germogli

 

Cominciamo la nostra preparazione dalla cipolla, tagliamola a rondelle sottili ed immergiamola in acqua fredda con un cucchiaio di aceto bianco per 15 minuti.

Dedichiamoci quindi alla lessatura delle aragoste, sarebbe auspicabile cuocere le aragoste vive, ma se lo trovate crudele (e lo è), chiedete al vostro pescivendolo di ucciderle prima di consegnarvele o acquistate prodotto abbattuto.

Lessate i crostacei in acqua bollente e sale per 15 minuti.

Adesso non dovrete fare altro che estrarre la polpa dell’aragosta.

Questa è un’operazione molto delicata ed abbastanza complessa per cui vi servirà un apposito trinciapollo.

Partite dalla coda e tagliate per tutta la lunghezza, sia sull’addome che sulla schiena, la corazza e piano piano staccatela dalla polpa.

Tagliate quindi la polpa a rondelle spesse.

Adesso dedicatevi alle chele delle vostre aragoste, di cui dovrete rompere il guscio prima di poter estrarre la polpa.

Anche in questo caso cercate di compiere questa operazione estraendo la polpa per intero.

Infine pulite le teste.

Grigliate quindi per 30 secondi per lato la polpa delle code e quella delle chele, riponete quindi la polpa all’interno del carapace.

Tagliamo quindi i nostri pomodorini a dadini, eliminando i semi e riponiamoli in una ciotola con la cipolla precedentemente messa a bagno, dopo aver tagliato anch’essa a dadini, e la granella di mandorle tostate.

Prepariamo infine la salsa con cui condiremo le nostre aragoste, emulsionando in una ciotola il limone, l’olio, un trito di maggiorana, sale e pepe.

Impiattiamo l’aragosta, condiamola con l’emulsione, cipolla e pomodorini a dadini e decoriamo quindi con fiori eduli,  germogli e serviamo.

 

 

ti potrebbe piacere anche


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.maredisiciliaedintorni.it/home/wp-content/themes/maredisicilia/lib/get_instagram_posts.php on line 16