Capesante saltate su medaglioni di patate al burro, melagrana e polvere di gamberi

Food / Ricette antipasti
fish&eat-maredisiciliaedintorni-capesante

Ciao Amici fuudlers, primo appuntamento dell’anno con Fish&Eat su Fuudly. La ricetta di oggi è un coreografico antipasto, in cui le protagoniste sono le capesante, molluschi marini, sono stati tra i primissimi alimenti consumati dall’umanità.

Tra questi molluschi commestibili rientrano anche le capesante. Il primo scrittore a esaltare il gusto delle cappesante fu il filosofo greco Aristotele che raccomandava di: “cucinarle alla griglia e cospargere il frutto con dell’aceto, al fine di esaltare la loro dolcezza”. Questa antica “ricetta” è stata rinvenuta anche tra gli scritti dal filosofo Senocrate.

Sono pervenute ulteriori evidenze storiche sul loro consumo da diversi scrittori Romani.

Inoltre sembra che l’abitudine di ricoprire il frutto con del pangrattato e di cuocerlo poi al forno sia nata in Europa attorno al XVII secolo[1].

Oltre che nei paesi che si affacciano sul Mar Mediterraneo, le capesante sono molto comuni ed apprezzate in Inghilterra, dove vengono regolarmente pescate lungo la Manica.

Ricette tipiche dell’isola britannica sono le capesante fritte o cotte al forno con burro. Un’altra variante prevede la cottura in forno con vino bianco.

Anche negli Stati Uniti le capesante sono molto apprezzate e consumate: pescate unicamente lungo le coste atlantiche, sono entrate nella tradizione culinaria americana relativamente tardi; la prima ricetta rinvenibile su un libro di cucina risale addirittura al 1870.

Curiosi di scoprire la mia versione?

Ingredienti pe 2 persone

6 capesante

2 patate

Chicchi di melagrana q.b.

Burro q.b.

Polvere di gambero

Tabasco q.b.

1 rametto di rosmarino

Olio d’oliva q.b.

 

Preparazione

 

 

Pulite le capesante privandole del guscio e tenendo da parte il corallo (la parte rossa del mollusco)

Lessate le patate in acqua e sale.

Infornate teste ed i gusci dei gamberi ad 80 gradi per 40 min. tritatele con un frullatore ed aiutandovi con un colino a maglie strette, ricavate la polvere di gamberi.

Lessate i coralli per 1 minuto in acqua salata bollente e frullateli con un po’ d’acqua di cottura, il sale e qualche goccia di tabasco.

Frullate quindi le patate sbucciate con mezza tazzina di burro fuso, 2 cucchiai d’acqua ed un pizzico di sale

Saltate le capesante in padella col burro, un filo d’olio d’oliva ed il rametto di rosmarino.

Realizzate dei medaglioni con la purea di patate ed abbrustoliteli con un cannello,

fish&eat-maredisiciliaedintorni-capesante

adagiate sopra le capesante saltate ed i chicchi di melagrana. Aiutandovi con una sac à poche, utilizzate la crema di corallo per decorare il piatto con tanti puntini.

Condite le capesante con qualche goccia d’olio, spolverizzatele quindi con la polvere di gamberi.

Buon appetito !

ti potrebbe piacere anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *